IL TEATRO INTERIORE. TRA TEATRO E PSICOLOGIA

Libera Accademia

Sabato 13 gennaio in programma il primo appuntamento dal titolo “Il mio corpo racconta”

Teatro e psicologia si uniscono nella seconda edizione de “Il teatro interiore” della Libera Accademia del Teatro. Il percorso prenderà il via sabato 13 gennaio e si svilupperà attraverso quattro incontri, l’ultimo in programma il 7 aprile, che accompagneranno i partecipanti ad un’esplorazione attiva e profonda di sé attraverso gli strumenti introspettivi della psicologia e gli esercizi espressivi del teatro, permettendo di leggersi interiormente e di attivare un dialogo costruttivo con sé stessi e con gli altri. Ogni appuntamento de “Il teatro interiore”, con orario dalle 15.30 alle 19.30, affronterà una tematica diversa e lascerà dunque libertà agli allievi di scegliere se partecipare all’intero ciclo di incontri o solo ad alcune delle tappe di un percorso che porterà a diventare interpreti consapevoli della propria realtà e delle proprie potenzialità espressive, comunicative e relazionali. La prima tappa avrà come titolo “Il mio corpo racconta”, poi sabato 3 febbraio si terrà “La voce delle emozioni” e sabato 17 marzo “Immagino dunque divento”, fino alla conclusione di aprile con “Chi è di scena? I miei personaggi interiori”.

Tutti gli incontri saranno ospitati dai locali della Libera Accademia del Teatro in piazza della Santissima Annunziata e saranno tenuti dalla consolidata coppia di docenti formata da Amina Kovacevich e Francesca Barbagli che, unendo le rispettive competenze artistiche e professionali, guideranno attraverso il doppio binario di introspezione e di condivisione. Il percorso de “Il teatro interiore” è aperto a tutti i maggiorenni, fino ad un massimo di dodici partecipanti, e non richiede pregresse esperienze teatrali; per iscrizioni e informazioni è possibile contattare il 333/566.39.28 o il 339/150.61.60, o scrivere a info@liberaccademia.com. «“Il teatro interiore” è un piccolo viaggio alla scoperta di sé - spiegano Barbagli e Kovacevich. - L’entusiasmo, la partecipazione e il bel clima incontrati nella prima edizione hanno motivato la Libera Accademia del Teatro a confermare all’interno della propria programmazione annuale questo percorso che permetterà di vivere il palcoscenico interiore fatto di emozioni, immaginazione, creatività e potenzialità dell’io. Il ciclo di incontri ha infatti l’obiettivo di avviare una miglior conoscenza di sé stessi attraverso agli strumenti della psicologia, ma allo stesso tempo manterrà sempre un clima di gioco e di divertimento che favorirà l’espressione e il racconto attraverso gli strumenti del teatro».

 

12/01/2018