BICINFIERA E L’ARDITA – CICLOSTORICA DELL’ALPE DI POTI

Ardita

La seconda edizione si terrà dal 26 al 28 maggio

Bicinfiera e Ardita insieme: nate come manifestazioni con lo scopo di promuovere Arezzo attraverso la sua storia ciclistica, terranno la loro seconda edizione dal 26 al 28 maggio.

“Sono molto legato a entrambe le manifestazioni – afferma Marcello Comanducci, assessore al turismo e ai grandi eventi del Comune di Arezzo - perché le ho viste nascere e adesso ne attesto la crescita, grazie alla cura dei dettagli e degli aspetti turistici da parte degli organizzatori”

Bicinfiera, collaterale della Fiera Antiquaria, patrocinata dal Comune di Arezzo, dal Comune di Subbiano, dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Arezzo, da Uisp e Fiab, si propone come un vero e proprio festival del ciclismo. Cuore dell’evento, il centro storico di Arezzo e Piazza Grande che ospiteranno le principali iniziative.

Si comincia venerdì 26 maggio alle 15 con l’inaugurazione del Museo del ciclismo e della mostra fotografica (palazzo di Fraternita, ala ex tribunale). Di particolare interesse le maglie storiche del ciclismo aretino, fotografie, bici che ricorderanno gli anni d’oro della squadra Del Tongo.

A seguire, apertura delle iscrizioni a l’Ardita, con segreteria ospitata nella sede della Fiera Antiquaria sotto le logge del Vasari. Per l’occasione aprirà la mostra “Lanterna magica, i primordi del cinema” curata dal Museo dei mezzi di comunicazione. La giornata avrà il suo epilogo alle 21 con lo spettacolo teatrale “I 100 anni del Giro d’Italia” a cura di Noidellescarpediverse, nella terrazza di Fraternita, per raccontare il primo Giro d’Italia.

Sabato 27 Piazza Grande ospiterà una ricca mostra-scambio, non solo di biciclette e ricambi, ma anche di accessori a tema. La mostra sarà arricchita dai negozi di ciclismo di Arezzo che porteranno in visione le migliori novità, con la possibilità di vedere e provare tutto quanto offre il settore, comprese le nuove e-bike. La Scuola di ciclismo di Arezzo consentirà poi ai bambini di cimentarsi con le mountain bike, in un percorso a loro dedicato. Sempre a palazzo di Fraternita nell'ex ala del tribunale a partire dalle 17,30 sarà la volta dell’incontro con i ciclisti aretini, i giornalisti e gli appassionati, con il coordinamento di Mauro Messeri: “Senza freni, racconti in libertà di ciclismo vissuto e sognato”. Attraverso filmati e racconti dei protagonisti sarà possibile ascoltare aneddoti e storie del ciclismo vissuto. All’evento sarà presente, tra gli altri, il campione e vincitore del Giro d’Italia 1991 Franco Chioccoli. In contemporanea apertura della mostra fotografica “Le tele di Piero” nella sede del foto-club La Chimera sotto le logge. Epilogo della giornata, la Cena degli arditi, organizzata da Osteria Mest sotto le logge del Vasari.

Domenica 28 maggio, con partenza e arrivo in Piazza Grande, introdotti dagli Sbandieratori di Arezzo e accompagnati dalle vetture e dalle moto del Club Il Saracino e Ivar auto, sarà il turno dei ciclostorici dell’Ardita che quest’anno si sdoppia con un percorso tradizionale di 80 chilometri e un percorso gourmet di 40. I partecipanti attraverseranno il centro storico di Arezzo per poi dirigersi verso Giovi dove è prevista la pausa per il caffè, rigorosamente all’antica, organizzata dalla locale Pro loco. Via poi in direzione della passerella sull’Arno e della pieve a Sietina fino al primo ristoro organizzato nel cuore di Subbiano, in collaborazione con l’amministrazione comunale e il MTB race Subbiano. Si proseguirà per strade inedite, prevalentemente sterrate, fino a Marcena per fare poi ritorno ad Arezzo, a conclusione del percorso gourmet. Chi se la sentirà, potrà invece decidere di affrontare la salita dell’alpe di Poti e la collina di San Cornelio, potendo usufruire del mitico ristoro “rocchio”. Con la creazione del percorso gourmet e con la possibilità di noleggiare bici d’epoca dalla squadra corse di Anghiari, presente in Piazza Grande accanto ai tanti espositori, l’Ardita diventa, anche per i meno allenati, un’occasione irrinunciabile per apprezzare la bellezza del territorio.

Iscrizione e informazioni sul sito dell’evento www.bicinfiera.it

11/05/2017